EMANUELE KABU
DISARMONIA
4 • 26 MARZO
inaugurazione con l'autore:
4 Marzo • H 21.30
AL FESTIVAL
Disarmonia è una mostra che per Emanuele Kabu segna un punto di partenza verso un progetto a lungo termine, un work in progress, nel tentativo di portare il suo linguaggio verso una nuova direzione. La mostra espone le opere più recenti dell’autore, orientate verso un approccio diverso che Kabu sta attualmente esplorando: il tentativo di rifuggire la bellezza estetica e l’armonia dei suoi lavori precedenti per arrivare a un’immagine che sia più coerente rispetto all’epoca in cui ci troviamo. L’idea di questo ambizioso progetto nasce dalla quotidianità dell’artista che, come tutti noi, ogni giorno mangia cibo di cui ignora la provenienza, vede foto online di luoghi mai visitati, legge notizie di cui non può conoscere la vericidità, acquista oggetti creati in luoghi lontani da persone che non conosce. Emanuele Kabu fotografa questa realtà così ambigua, che non può avere un segno preciso e “sicuro”, ma che contiene vuoti e, appunto, disarmonia. Lo stile di Kabu, seppur radicalmente modificato nell’obiettivo, resta sempre riconoscibile per le sue geometrie, il tratto minimale, i suoi colori pop, la bidimensionalità delle figure, i mostri e le icone inconfondibili.
BIOGRAFIA
Emanuele Kabu nasce a Belluno nel 1978, dove tuttora vive e lavora.
Inizia il suo percorso artistico come writer intorno al 1994, per poi sviluppare, successivamente, il suo interesse per il disegno, l'illustrazione e la pittura. L’amicizia con due importanti artisti come Davide Zucco ed Ericailcane, la passione per il disegno di Dino Buzzati, Barry McGee e la generazione di writer nati negli anni ‘60 negli Stati Uniti sono alcuni degli elementi che lo avvicinano al suo attuale percorso di pittore e illustratore. Dal 2003 si dedica anche all’animazione, realizzando i suoi primi loop animati, che proietta durante vari vj set, fino ad arrivare a veri e propri cortometraggi. Parallelamente coltiva il suo interesse per l'ambito musicale: agli inizi come cantante nel gruppo hardcore Kai Yan Wang e poi, nel 2000, forma con Michele Scariot il gruppo di musica elettronica ENT. Suona come solista noise/ambient con il nome di GreenMine e nel progetto blackmetal sperimentale Rotorvator.
Lavora con la compagnia di teatro Cosmesi realizzando delle scenografie animate di Periodo Nero (presentato a Drodesera Fies 09) e nel 2010 realizza scenografie animate di Nero EP (presentato a Santarcangelo 40) di cui compone anche la musica.
IL FESTIVAL È PROMOSSO DA: COMUNE DI BOLOGNA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA ASSESSORATO ALLA CULTURA, PROVINCIA DI BOLOGNA SERVIZIO CULTURA E PARI OPPORTUNITÀ, FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA, FONDAZIONE DEL MONTE, CINETECA DI BOLOGNA, MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI BOLOGNA, BIBLIOTECA SALABORSA, ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ BOLOGNA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA, ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA
TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI A HAMELIN ASSOCIAZIONE CULTURALE • WWW.HAMELIN.NET